Briganti Toscani - vendita on-line di prodotti tipici e vini.

Chi Siamo

Briganti Toscani nasce  dal grande amore per la nostra terra. Tutti conoscono, almeno per sentito dire, la Toscana. E quando si parla di Toscana vengono in mente Firenze, Pisa, Siena ed il Palio. Verissimo, ma Arezzo con le sue quattro vallate non ha niente da invidiare alle sue sorelle maggiori e, decisamente più famose.

La nostra Azienda nasce da un sogno: coniugare tradizioni e innovazione, famiglia e nuovi amici, passione e lavoro. Siamo un gruppo di giovani, visionari? Forse, ma  che condividono la passione per la buona cucina, il buon vino, l'amore per le tradizioni e le cose fatte per bene, come una volta, come le facevano le nonne della tradizione contadina.

Il primo a nascere è stato il nostro B&B, la Locanda del Canto: poche camere, piscina, in un piccolo borgo antico, alle pendici del Casentino, proprio dove si intersecano le quattro valli; sotto di noi l'Arno, che per molti mesi ci fa da sottofondo musicale naturale con il suono della cascata e il vecchio mulino del 1000. Dalla strada non si indovina il mondo che c'è dietro, perchè si vede una bella facciata, di un palazzo padronale e antico...Ma dietro, salendo le scale, si apre un mondo. Arezzo è proprio come questa antica casa, dove siamo noi di Briganti Toscani, sembra una piccola cittadina, antica, ma che offre poco, invece intorno un mondo, antichissimo si apre agli occhi dei visitatori.

Le tradizioni, nelle vallate, sono contadine, vecchi casali e grandi famiglie che coltivavano la terra e si riunivano per "desinare" tutti insieme. Pasta fatta in casa condita con i sughi fatti con quello che c'era,  arrosti con gli animali dell'aia e poi quello che offriva la terra: verdure, ortaggi, cereali, vino, olio, salumi e formaggi.

La nostra è la terra delle serate passate a veglia a raccontare le storie paurose delle campagne, quando si raccontava delle astuzie di Fra Diavolo, oppure del Conte Guidi e della battaglia di Campaldino, e poi le gesta del bandito d'Arezzo Gnicche e degli altri del Casentino: Sagresto, il Ghiora,  e  altre cento novelle.

A noi quelle cose mancavano, i sapori di una volta, il cucinare e lavorare tutti insieme, stare a veglia con un buon bicchiere di vino e le castagne, ma più di tutto ci mancava l'atmosfera e quindi abbiamo cercato di ricrearla.

Nel nostro ristorante è come essere a casa, si chiacchiera, si è sempre benvenuti e si viene accolti da un sorriso. Di noi hanno detto che "Il servizio non è in guanti bianchi". È vero, perchè non deve esserlo, nei casolari, all'ora del desinare, quando tutta la famiglia era intorno alla fratina, se arrivava qualcuno, ci si stringeva nella panca e con lui si divideva quello che c'era. E così alla Taverna dei Briganti, il menù si cambia spesso, si fa quello che offre la stagione e si usano prodotti fatti lì, che sono più che a Km0, il pecoraio sta a dieci minuti da casa, il vino è delle vallate accanto, la verdura fresca e i prodotti della terra ce li porta tutti i giorni il nostro contadino, che coltiva in modo biologico. Per non parlare dei nostri salumi, i maiali, sia il bianco che il grigio, sono allevati in zona, in alto Casentino, vivono allo stato brado e mangiano quello che offrono le pianure di montagna e la foresta. La lavorazione delle carni è artigianale e rispetta fedelmente la procedura tramandata dai genitori e dai nonni e bisnonni prima ancora.

Tutto questo si sente poi nel piatto e l'atmosfera antica e familiare anche.

Chi ci viene ci ritorna! Così ci succede da quando abbiamo aperto, e tutti quelli che vengono vorrebbero portarsi a casa quei sapori...Potevamo noi lasciare tanta gente a bocca asciutta?

E allora, spazio alle nuove tecnologie, che permettono ai nostri clienti di avere tutto questo, a casa loro, con un click!

Succede, soprattutto con i formaggi, che tutti non ci siano sempre, e così dev'essere, perchè certi formaggi si fanno solo in certe stagioni e se li trovate sempre, vuol dire che artigianali tanto, tanto non lo sono.

Essendo noi dei buongustai, abbiamo girato le vallate in lungo e in largo, alla ricerca dei prodotti migliori, abbiamo mangiato come sfondi e bevuto ancora di più, lo sappiamo, è un duro lavoro, ma qualcuno doveva e deve pur farlo, e noi l'abbiamo fatto e continuiamo a farlo tutti i giorni, per darvi il meglio che la nostra terra può offrire, ed è davvero tanto.

Per i prodotti va bene, ma l'atmosfera? Come ricreare quell'atmosfera delle chiacchiere davanti al camino o intorno alla tavola, con un computer, su internet?

Per fortuna che abbiamo la nostra Brigantessa Dhemetra, che ne sa una più del diavolo, e non poteva essere che così, infatti il suo trisnonno fece un paio di rapine con il famoso Gnicche, ci pensa Lei, si mette davanti al computer, risponde a chi gli scrive  e poi racconta: storie, aneddoti, ciane (in dialetto: chiacchiere, pettegolezzi), condivide ricette e metodi di preparazioni antiche, cerca e studia le vecchie ricette, dagli Etruschi a quelle delle su Bisnonne Caterina, Gemma e Rosa, le condivide con chi le scrive e intanto da consigli sulla luna, sulle preparazioni dei sughi e delle marmellate e anche del bucato, che se fatto con la luna giusta viene più bianco...Insomma, quanto chiacchiera la Dhemetra! Ogni ricetta ha la sua storia collegata, storie di qui, dei contadine e delle bisnonne nostre tutte che qui, davanti al "caminetto dei Briganti Toscani" riprendono a vivere donandoci un po' dei vecchi saperi e sapori contadini.

Ti ricordiamo che BRIGANTI TOSCANI è anche un luogo fisico, la sua sede è al centro delle quattro vallate aretine. Se deciderai di venirci a trovare sarai il benvenuto e il Brigante Maurizio ti offrirà un bicchiere di Chianti nel nostro ristorante Taverna dei Briganti e se vuoi trattenerti un pò più a lungo, abbiamo anche il B&B con piscina per stare qualche giorno in relax, con buon cibo e tante cose da vedere nella nostra terra!